Giornata inaugurale XXI Trofeo del Petrolio: Architetti e Telecom non vanno oltre il pari casalingo con due neopromosse

g1a-bnl-adg_sito.jpg

[ Michele Pierozzi, talento dell’ADG, sigla su rigore il gol che chiude il 1° tempo sull’1-1 ]

Una schedina di presentazione piena di tanti “1 fisso” (4 per la precisione), due dei quali clamorosamente mancati. Infatti, due delle pretendenti al XXI Titolo non sono riuscite ad andare oltre un pari interno contro due neo promosse. Cominciamo da Montespaccato, dove la Telecom fresca titolata non è riuscita a scardinare la diga eretta dall’AFH, presentatasi a questa gara di esordio con un atteggiamento (giustamente) prudente. Pericolosissime le punizioni dal limite di Valerio Scatolini, ma in una si oppone magistralmente Danilo Di Piano deviando in angolo, mentra l’altra si stampa sulla traversa. Grande soddisfazione per Scrima e compagni che fanno sapere che non si rassegnano al ruolo di comprimaria, decisa dunque a vendere cara la pelle ogni settimana.

Altro pari, al Cotral, dove i rinnovatissimi Architetti Roma Calcio si sono trovati addirittura a dover inseguire il pari con il Circolo Unicredit Banca di Roma in vantaggio con un gol di Salvio Fabrazzo al 10′ del primo tempo. Ci pensa lo specialista Daniele Alfieri a trasformare il calcio di rigore che fissa il risultato sul definitivo 1-1. Nel secondo tempo il forcing dei Galacticos non sortisce altro che una traversa…troppo poco per incamerare 3 importanti punti. Dopo la prima giornata i ragazzi di Mister Placidi si trovano a dover inseguire, proprio come la Telecom.

Partenza da sogno per Alitalia (o da incubo per Akrosport) che dopo appena un minuto si trova in vantaggio al Tobia grazie ad un gol di Thomas Ciervo. Al 19′ del primo tempo la partita, dopo il gol del 3-0, poteva considerarsi già conclusa. Nel secondo tempo il risultato viene arrotondato al definitivo 4-0 che ci dice una cosa: attenzione all’Alitalia Calcio, possibile protagonista di questo campionato. Ma staremo a vedere…

Buona la partenza anche dei Geometri che nella gara inaugurale della stagione vincono, non senza faticare, contro i quadrati Commercialisti. Ci vuole un calcio di rigore, trasformato da Daniele Pippo, a sbloccare il risultato. Il raddoppio arriva nel secondo tempo grazie all’altro goleador dei rosso-blu di Mister Dejori, Emiliano Ranucci, a cui fa subito seguito il gol che accorcia le distanza di Giovanni Maria Manozzi. Il finale di 2-1, però, non cambierà più.

Vince sempre 2-1, anche qui soffrendo, la compagine dei Vigili del Fuoco che a Via del Calice parte bene chiudendo il primo tempo in vantaggio 1-0. Nel secondo tempo gli Ingegneri Roma Calcio, altra squadra fortemente rivoluzionata rispetto allo scorso anno, acciuffa il pareggio grazie ad uno dei suoi leader carismatici Franchino Gesualdi. La situazione di parità, tuttavia, dura pochi minuti perché sempre Simone Surace (autore di una doppietta) riporta i suoi in vantaggio sul 2-1 che chiude il match. 

Chiudiamo con la partita più spettacolare della giornata, giocata al Comunale degli Ulivi di Grottaferrata, dove si sono affrontati la BNL Telethon e l’ADG Calcio Sportlab. La BNL Telethon è priva del suo abituale attacco (mancando Alessi, Guidi e Martinelli), ma parte subito forte andando in vantaggio dopo 3 minuti con il talento brasiliano Albuquerque Carvalho e sfiorando il raddoppio in più di una occasione. Dopo questo inizio titubante, l’ADG Calcio entra in partita crescendo fino a portarsi sull’1-1 su calcio di rigore trasformato da Michele Pierozzi. Dopo un primo tempo in cui, per occasioni mancate, il risultato stava stretto alla BNL, il secondo tempo inizia in modo identico al primo con la squadra di casa che si riporta in vantaggio sempre al 3′ minuto di gioco, grazie ad un gol di Mauro Manzo. Dopo il 2-1, la BNL sparisce piano piano dal campo, lasciando spazio alla reazione dell’ADG Calcio che nel giro di 2 minuti prima acciuffa il 2-2 su azione di calcio d’angolo (gol del neo-acquisto René Canali), e poi si porta sul 2-3 su caparbia azione in attacco di Dario Santarelli. L’ADG però non riesce ad amministrare questo prezioso vantaggio: ci pensa sempre il gioiellino Mauro Manzo, su azione personale, a regalare ai suoi il 3-3 in pieno recupero. Il pareggio è, alla fine, un risultato che accontenta entrambe le squadre.